Skip to content

Tutti gli scagnozzi dalla A alla Z (A – C)

2 novembre 2009

Gli scagnozzi (detti anche tirapiedi, sgherri, scalzacani, schiavi o portaborse) sono il lavoro d’ufficio dei supereroi, le pile di scartoffie tra cui sarete costretti a barcamenarvi giorno per giorno. Cominciamo una breve descrizione delle tipologie più frequenti di scagnozzi ordinati dalla A alla Z, con tanti utili consigli su come sgominarli.

Automi senza volto: robot a basso costo, costruiti in gran quantità, con materiali scadenti. Marciano in schiere ordinate e noiose. A volte hanno dei numeri colorati dipinti sul torace, ma la noia resta uguale. Per sgominarli vi basta una spranga di metallo e olio di gomito.

badguys1Balordi: Quando il supermalvagio non ha tempo da dedicare alla scelta dei suoi scagnozzi, vi manda contro i balordi[1]. Ce ne sono di tre tipi:
Semplici
: di preferenza bazzicano metropolitane, strade di periferia e stabilimenti balneari d’inverno, ma su richiesta del loro padrone vi verranno a cercare fin dentro casa[2]. Sono armati di coltelli e catene, e ogni dieci uno ha una sega elettrica. Vi toccherà disfarvene senza uno sfoggio particolare dei vostri poteri, perchè non meritano di più. Potete fare eccezione se il loro padrone vi ha fatto arrabbiare sul serio e volete farglielo sapere: in questo caso sentitevi autorizzati a incenerire i balordi a dozzine, come insetti.
Avanzati
: sono più grossi, conoscono le arti marziali e hanno delle motociclette (ma sono balordi uguale). Gridano e strepitano e sbavano come cani rabbiosi e spaccano a terra bottiglie di birra; voi non perdete la concentrazione e aspettate che partano alla carica sulle loro moto: a questo punto basterà afferrare una catena, e il balordo preferirà essere disarcionato piuttosto che mollarla: affrettatevi a rubargli la motocicletta e il gioco è fatto.
Griffati
: l’ultima novità in fatto di balordi, sono vestiti con marche di tendenza, hanno il crestino, la frangia emo e i pantaloni a vita bassa. Da qualche anno vicoli bui e vagoni della metro ne sono invasi. Raramente vi minacceranno, molti non proveranno neanche a rubarvi l’Ipod. Piuttosto vi mostreranno il loro, che ha dieci volte più Giga di memoria, e vi faranno sentire dei pezzenti. Con questi non mostrate nessuna pietà.

Cavalieri neri: Violenti soldati medioevali in spaventose armature dalle punte aguzze che montano cavalli neri in spaventose bardature dalle punte aguzze. Spesso immortali, armati di spade dentate o pesantissime asce, amano parlare a bassa voce e impalare i nemici. La tecnica per sgominarli varia a seconda della stagione: d’inverno attirateli su un lago ghiacciato dalla superficie troppo sottile; in primavera fateli travolgere da un fiume in piena; d’estate fateli correre finchè i cavalli non stramazzano; in autunno portateli a una festa di Halloween, lasciate che si ingozzino di dolcetti e poi procedete con gli scherzetti.


[1] Se ne deduce che il malvagio che vi manda contro dei banali scagnozzi è quello da temere di più, perché sa che tanto non è qui fallirete, e quindi si sta già occupando della fase finale del piano.

[2] E metteranno le mani nel vostro frigorifero senza chiedere il permesso.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: